Partecipazioni di nozze: cosa scrivere e consigli per non sbagliare

carta kraft
cuore
partecipazione tema viaggio
watercolor

Qual è il modo migliore per comunicare a parenti ed amici che vi state per sposare? Se state cercando idee e consigli su come scegliere le partecipazioni di nozze, qui troverete tutto ciò che c’è da sapere sull’argomento.

Una questione di stile

Regola numero 1. Personalizzare.

Volete un matrimonio unico? Allora puntate sull’originalità.

Evitate standard e convenzioni e scegliete colore, stile, mood e un unico fil rouge che legherà fra loro i vari momenti del vostro wedding day: stationery di nozze, allestimenti, scenografie.

E se è vero chi ben comincia è a metà dell’opera, allora è importantissimo cominciare questa opera di coordinamento e di stile sin dalle partecipazione di nozze.

Meglio ancora dal save the date.

save the date
eventilab.it

Di cosa parlo? Di un promemoria, un annuncio che viene prima dell’invito formale e che annuncia la data del matrimonio.

Lo scopo è quello di far segnare ai vostri invitati la data del vostro matrimonio in calendario.

save the date
Pinterest

Se pensate che la partecipazione di nozze non sia importante vi sbagliate. Essa rappresenta il primo approccio che i vostri ospiti avranno con le vostre nozze.

In essa sono racchiuse aspettative e curiosità e sono sicura che non vorrete comunicare una cosa così importante con qualcosa di banale ed anonimo.

Dunque, se siete come me dell’idea che l’invito di nozze deve essere pazzesco tanto quanto il resto, scegliete con cura carta, stile e decori e fatelo pensando al mood di cerimonia e ricevimento.

I materiali

Vediamo ora insieme la regola numero 2, ovvero: l’importanza dei materiali.

Se non avete dimestichezza con le carte, sappiate che ne esistono di diversi tipi e di diverse grammature.

Con grammatura si intende il peso della carta. Il consiglio è di non scendere sotto una grammatura da 200 gr. e di non superare i 250 gr.

Per le tipologie potremmo parlarne per ore. Iniziamo dal colore.

Il massimo dell’eleganza sono bianco, panna ed avorio.

carta acquerello avorio

La tendenza prevede invece l’uso di carte particolari come la carta kraft che ha un colore marroncino o custodie per partecipazioni realizzate in cartoncino colorato ovviamente coordinato al colore del vostro matrimonio.

carta kraft
Pinterest

Di tipi di carta ne esistono moltissimi: andiamo dalla classica pergamena a quelle marcate come l’acquarello millerighe o la carta tintoretto che appare ruvida al tatto.

carta tintoretto

Spesso le partecipazioni sono rifinite con materiali di decoro.

Controllate che siano materiali di pregio, quindi sì ai nastri in raso ma rigorosamente made in Italy, spago ed elementi naturali essiccati come lavanda, spighe e rosmarino per sposi dal tema botanico.

nastri in raso
eventilab.it
lavanda
Pinterest
partecipazione matrimonio botanica
eventilab.it

Volete un effetto lusso? Decorate con swarovski, ma mi raccomando piccoli e delicati.

swarovski
Pinterest

La grafica

Parliamo ora di un aspetto spesso sottovalutato.

Regola numero 3, affidatevi ad un graphic designer.

Ormai impazzano i matrimoni a tema e se anche voi avete scelto un tema preciso e volete giustamente che esso sia presente già nelle partecipazioni, abbandonate il fai da te o le improvvisazioni e affidatevi a chi fa questo di lavoro.

Un grafico potrà non solo crearvi una grafica esclusiva ed un logo del vostro matrimonio, ma saprà anche consigliarvi le migliori soluzioni in fatto di caratteri di stampa adeguati rispetto allo stile e alle decorazioni.

partecipazione nozze con logo
eventilab.it

Se volete stupire, uno studio grafico è sicuramente una soluzione perfetta per il vostro coordinato di nozze.

partecipazione matrimonio acchiappasogni
eventilab.it

Il galateo delle partecipazioni di nozze

Chiudiamo questo viaggio nelle partecipazioni di nozze parlando di bon ton.

Come scrivere il testo delle partecipazioni di matrimonio

Anzitutto facciamo una distinzione.

La partecipazione è la parte in cui viene annunciato il matrimonio e in essa sono riportati:

  • nomi degli sposi
  • luogo data e orario della cerimonia
  • recapiti degli sposi

A parte ci sarà l’invito sul quale dovrete invece scrivere dove si svolgerà il ricevimento.

partecipazione
eventilab.it

Nella forma tradizionale sono i genitori degli sposi che annunciano il matrimonio dei figli.

In questo caso la regola prevede di scrivere nella parte sinistra i genitori dello sposo e a destra quelli della sposa.

Sotto, al centro, si mette la dicitura “annunciano il matrimonio dei loro figli” e a seguire i nomi degli sposi.

Ricordatevi sempre che il galateo prevede che sia nominato sempre prima lo sposo e poi la sposa.

Nella forma moderna invece sono gli sposi che annunciano il loro matrimonio.

Siete genitori? Allora lasciate che siano i vostri figli a fare questo annuncio speciale.

partecipazione matrimonio mamma e papa
eventilab.it

Le tempistiche

Il galateo prevede che l’invito di nozze sia recapitato agli invitati almeno due mesi prima del matrimonio.

Ricordatevi però che ci sono sempre delle eccezioni dettate principalmente dal buon senso.

Ad esempio, se vi sposate in piena estate, date modo alle persone di organizzare ferie e spostamenti in modo da poter essere presenti al matrimonio.

Avete parenti lontani? Anche loro devono avere il tempo di prenotare biglietti ed hotel con anticipo quindi in questi casi è giusto consegnare le partecipazioni di nozze per tempo, o perché no predisporre il save the date di cui abbiamo parlato prima.

Siete curiosi di sapere qual è l’ultima cosa da sapere in fatto di partecipazioni di nozze? Vi accontento subito.

Noi realizziamo spesso partecipazioni di nozze con grafica personalizzata, particolari e ricercate.

Ebbene, negli anni mi sono accorta che la domanda più frequente che i futuri sposi mi rivolgono è “come dobbiamo scrivere i nomi sulle buste?“.

Anzitutto cercate un pennarellino adeguato. Vi vieto l’uso della penna a sfera.

penna

Nelle coppie, mettete sempre prima il nome dell’uomo e poi della donna.

Se volete invitare tutta la famiglia usate la dicitura “Gentilissima Famiglia Bianchi” o “Famiglia Bianchi“.

Se volete invitare solo il capo famiglia con la consorte, scrivete “Gentilissimo Mario Bianchi e Signora“.

Evitate titoli onorifici, accademici e professionali. Il galateo prevede che si indichino solo i gradi militari o i titoli nobiliari.

E soprattutto, non abbreviate. Non si abbrevia mai, scrivete sempre tutto per esteso.

Se questo articolo ti è piaciuto continua a seguirmi, lascia un like e condividilo con i tuoi amici!